• 21 Ottobre 2015
    LIM - Librerie Indipendenti Milano tra i primi firmatari del 'Patto di Milano per la Lettura'
  • LIM - Librerie Indipendenti Milano tra i primi firmatari del 'Patto di Milano per la Lettura'

    Venerdì 23 ottobre alle ore 11.00, nell'ambito di Bookcity Milano, all'Auditorium del Castello Sforzesco, LIM - Librerie Indipendenti Milano sarà tra i primi firmatari del "Patto di Milano per la Lettura".  

    Che cos'è il “Patto di Milano per la lettura”?
    È lo strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura adottato dal Comune di Milano e proposto a istituzioni pubbliche e soggetti privati che individuano nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata e congiunta a livello locale e metropolitano.

    Quali finalità si propone?
    Il Patto di Milano per la lettura si prefigge di ridare valore all’atto di leggere come momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza per realizzare i seguenti obiettivi :
    - riconoscere l'accesso alla lettura quale diritto di tutti;
    - rendere la pratica della lettura un’abitudine sociale diffusa
    - promuovere, attraverso la lettura, l'apprendimento permanente;
    - avvicinare alla lettura:
      - i non lettori, con particolare riferimento alle famiglie in cui si registra un basso livello di consumi culturali;
      - i bambini sin dalla prima infanzia e, ancor prima, dalla gravidanza della madre;
      - i nuovi cittadini;
    - allargare la base dei lettori abituali e consolidare le abitudini di lettura, soprattutto nei bambini e ragazzi;
    - favorire un’azione coordinata e sistematica di moltiplicazione delle occasioni di contatto e di conoscenza fra i lettori e chi scrive, produce, vende, presta, conserva, traduce e legge libri, dando continuità e vigore alle iniziative di promozione alla lettura già collaudate, sviluppandone sempre di nuove e innovative e creando ambienti favorevoli alla lettura.

    Perché Milano?
    Milano oggi ha tutti i requisiti per proporsi come modello di riferimento e guida nella definizione di un patto della lettura in grado di fornire un significativo esempio e contributo al Paese e orientare l'azione politica in ambito culturale verso una maggiore attenzione alla lettura e alla promozione della stessa. Il Patto di Milano per la lettura può e deve mettere a frutto e consolidare il ruolo leader di Milano in fatto di libri e lettura. Milano si configura come protagonista incontrastata nella filiera del libro, ambito nel quale può sviluppare innovative forme di promozione basate sul network, sulla condivisione di conoscenze, sulla collaborazione. Milano è:
    - la città dell’editoria: esercita difatti da sempre un ruolo qualificato e indiscutibile nel settore dell’industria editoriale, principale bacino di vendite per l’editoria libraria e sede delle grandi concentrazioni editoriali
    - la città delle biblioteche: vanta una rete di pubblica lettura tra le più grandi e antiche d’Italia, una biblioteca nazionale tra le maggiori biblioteche pubbliche italiane, per non parlare delle biblioteche storico-specialistiche e di quelle universitarie, come città metropolitana inoltre si avvia a sperimentare, prima in Italia, un progetto di sistema bibliotecario di area vasta
    - la città delle librerie: grande distribuzione, librerie di catena, piccole librerie, librerie antiquarie, librerie indipendenti
    - la città che si appassiona di più alla lettura, come dimostra l’indagine sulle città italiane che leggono di più e che vede Milano in vetta alla classifica, o l’enorme successo di iniziative come BookCity, una manifestazione dal carattere plurale e diffuso, in grado di catalizzare le attenzioni delle più importanti realtà culturali della città
    - la città della bibliodiversità: è a Milano che nasce la prima Associazione delle Librerie Indipendenti (LIM) ed è a Milano che ogni anno si moltiplicano le iniziative, a partire da Bookpride (Fiera dell’editoria indipendente), che attribuiscono alla cultura del libro un valore e una garanzia di indipendenza e di non omologazione
    - la città della lettura diffusa: le biblioteche di condominio, esempio di partecipazione sociale e autoproduzione culturale in periferia a partire dal libro, i gruppi di lettura, il circolo dei lettori a Milano sono fenomeni in grande espansione che trasmettono la passione contagiosa per la lettura
    - Milano è infine prima città capofila della rete delle “Città del Libro”

    Siete tutti invitati Venerdì 23 ottobre alle ore 11.00, nell'ambito di Bookcity Milano, all'Auditorium "Gioco del Lotto" del Castello Sforzesco.