• 29 Febbraio 2020
    Adesso più di prima abbiamo bisogno di un'immediata applicazione della nuova legge sul libro e la lettura
  • L'associazione LIM - Librerie Indipendenti di Milano considera favorevolmente la nuova Legge sul libro e la lettura approvata il 5 febbraio 2020. Riteniamo si tratti di un buon primo passo, che dovrà essere seguito da molti altri, per rimettere al centro del dibattito pubblico il vero problema del settore editoria: il calo costante dei lettori. Aumentare gli indici di lettura, il numero di lettori e di libri venduti sono tra le priorità del nostro lavoro.

    In attesa di vedere come saranno applicate le misure previste dalla nuova legge in favore della promozione della lettura, possiamo sicuramente affermare che l'abbassamento dello sconto al 5% si preannuncia come uno strumento utile ad arginare la concorrenza sleale e l’abuso di posizione dominante di diversi attori del mercato a danno soprattutto delle librerie indipendenti. La politica degli sconti del resto non ha portato al raggiungimento di quegli obiettivi prioritari di cui sopra (al contrario abbiamo assistito al calo dei lettori e del numero di copie vendute).

    Occorre lavorare sulla qualità (delle proposte e del servizio) invece che sulla quantità (decine di migliaia di novità ogni anno) e questa legge permette a tutti gli attori della filiera di partire da condizioni più eque. A vantaggio anche dei lettori.

    Noi, librai e libraie indipendenti, lavoriamo per rendere accessibile la lettura al maggior numero di persone possibile e quindi auspichiamo che gli editori, invece di proporre prezzi di copertina elevati così da poter applicare costantemente sconti, operino direttamente un semplice abbassamento dei prezzi di copertina. Tale decisione spetta ovviamente agli editori e ci sembrerebbe la naturale conseguenza alle numerose dichiarazioni dell'AIE in tal senso.
    Ora, martedì 25 febbraio, alcuni editori aderenti all’AIE, i più grandi, a causa della difficile situazione causata dall’epidemia di coronavirus, chiedono al governo di posticipare di sei mesi, “non prima di settembre”, l’entrata in vigore della legge in modo di consentire a tutta la filiera del libro di affrontare questo faticoso periodo. In realtà stanno reiterando una loro richiesta di qualche settimana fa, denunciando il poco tempo a disposizione per modificare i propri piani editoriali. Si dimenticano che la disposizione di legge era ferma in Parlamento da maggio 2019, e approvata alla Camera nel successivo luglio, negli stessi termini in cui è stata poi approvata all’inizio del 2020. Noi librai chiediamo il rispetto dei tempi stabiliti dall’approvazione della nuova legge, ma, visto che gli editori richiedono di far partire in ritardo di sei mesi una legge che potrebbe dare ossigeno alle casse delle librerie, nel caso venga accettata la loro istanza, esigiamo di poter pagar loro con la medesima tempistica. Sarebbe una proposta assurda e pretestuosa? Forse, ma non certo più della loro. Dopo anni di dibattiti e reiterati tentativi di bloccare una legge che impone regole certe per tutti, è giunta l’ora di essere delle persone serie.
    Se il rischio di chiusura per le piccole librerie era già reale, con il sopraggiungere dell’emergenza sanitaria, che aumenta la crisi economica, diventa sempre più elevato.
    Adesso più di prima abbiamo bisogno di un’immediata applicazione della nuova legge.

    Milano 28 febbraio 2020
    associazione LIM – Librerie Indipendenti Milano
    con adesione di:
    Libreria Atlantide, Castel San Pietro Terme (BO)
    IGOR Libreria, Bologna
    Trame Libreria Bookshop, Bologna
    La camera dei segreti, Budrio (BO)
    Il Mosaico Libreria dei Ragazzi, Imola (Bo)
    Libreria Carta Bianca, Valsamoggia (BO)
    Spazio Terzo Mondo - Libri e caffè, Seriate (BG)
    Cappuccetto Giallo Biella
    Libreria Sottobosco, Fino Mornasco (CO)
    Timpetill Libreria Per Ragazzi, Cremona
    Libri e Formiche, Parma
    Libreria Baobab, Porcia (PN)
    Libreria Dante di Longo, Ravenna
    Liberamente, Ravenna
    Bottega Bertaccini, Libri e arte, Faenza (Ra)
    Libreria Scrittiemanoscritti, Ladispoli (Roma)
    Il treno di Bogotà Libreria dei Ragazzi, Vittorio Veneto (TV)
    Bufò: Libreria per giovani menti, Torino
    I libri di Eppi - Libreria in Crocetta, Torino
    Il libro con gli stivali - Mestre-Ve

    Illustrazione di Lisa Aisato